Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione della Guardia di Finanza

 

Cooperazione della Guardia di Finanza

Guardia di Finanza



Lineamenti essenziali della missione istituzionale

Dal 16 aprile 2012 è presente presso quest’Ambasciata, l’Ufficio dell’Esperto della Guardia di Finanza con il compito di promuovere ed attuare forme di cooperazione operativa per il contrasto delle violazioni in materia economica e finanziaria a tutela del bilancio dello Stato e dell’Unione europea.
L’Ufficiale del Corpo, a cui è riconosciuto lo status diplomatico, opera in qualità di Esperto ai sensi dell’art. 168 del D.P.R. 5 gennaio 1967 nr. 18.
Il mandato attribuito all’Esperto della Guardia di Finanza si colloca nell’alveo di quanto previsto dagli artt. 2 e 4 della Legge 31 marzo 2000 nr. 78, dal Decreto Legislativo 19 marzo 2001 nr. 68 nonché dall’art. 12 della legge 3 agosto 2009 nr. 102 sulla missione della polizia economica e finanziaria, per contribuire, nel più ampio contesto delle intese raggiunte tra gli Stati aderenti all’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico in materia di emersione di attività economiche e finanziarie detenute in Paesi aventi regimi fiscali privilegiati, ad un miglioramento del livello di trasparenza fiscale e di scambio di informazioni, nonché di incrementare la cooperazione amministrativa tra Stati.

L’Esperto del Corpo assicura al Capo della Missione il necessario supporto e la propria consulenza alle esigenze di funzionamento della Rappresentanza diplomatica nelle materie afferenti il comparto di competenza esclusiva della Guardia di Finanza.

Nell’espletamento delle sue funzioni l’Esperto:

  • studia ed aggiorna il quadro di conoscenza sulle dinamiche geo-politiche, finanziarie, socio-economiche e criminali che afferiscono il “sistema Paese”;
  • promuove e consolida le relazioni istituzionali con gli organismi collaterali e:
    • più in generale, con l’apparato dell’Amministrazione Finanziaria per il contrasto del fenomeno dell’evasione e dell’elusione fiscale internazionale;
    • tutte le altre Istituzioni ed Agenzie preposte alla prevenzione e repressione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi derivanti da attività illecite e di finanziamento del terrorismo;
  • analizza lo stato degli esercizi di valutazione condotti dal GAFI – FATF sul livello di implementazione delle normative per combattere il fenomeno del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo nonché sui cases e le best-practices condivise nell’ambito della cooperazione internazionale in seno al Gruppo Egmont;
  • applica i criteri di osservazione qualitativa delle fonti di informazione pubblicamente disponibili con risvolti diretti e indiretti sulla materia economica e finanziaria italiana ed europea.


Per maggiori dettagli:

- www.gdf.gov.it

- www.gdf.gov.it/stampa

- il "Rapporto Annuale": resoconto dell'attività operativa


 Le Avventure di Finzy  finzy2b banner





169